La sconfitta del mondo (videopoesia 01:16)

  • La sconfitta del mondo documentata oggi dal dramma dei migranti, perché coincide con le cause strutturali delle loro partenze forzate: impoverimenti, fame, penuria di acqua, di terra, di lavoro, di abitazioni, oppressione, violenza, guerre, disastri ambientali e climatici. E al tempo stesso con il fallimento della nostra cultura,  l’inadeguatezza della nostra politica e della nostra economia, morale e religione. Con la nostra disumanità.(nandocan)


Inaugurata da Papa Francesco nella scorsa Giornata del Migrante, una scultura in bronzo ed argilla dell’artista canadese Timothy Schmalz raffigura un barcone con a bordo 140 migranti di varie epoche e paesi di provenienza, dagli indigeni sudamericani agli ebrei perseguitati dal nazismo fino agli africani di oggi che fuggono dalle guerre e dalla fame. Il titolo è lo stesso di una mia breve poesia di qualche mese fa sul medesimo tema, che oggi ho trasformato in questo video, il commento musicale elettronico è stato da me composto con il software GarageBand di Apple.

 

Miracoli e miti

Papi santiE’ una videopoesia da me registrata a Roma a commento della immensa folla di pellegrini che assediavano piazza San Pietro la mattina di domenica scorsa, 27 aprile 2014, per la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Ecco il testo:

Ma non è forse questa/ Una storia di greggi e di pastori/ di miracoli e riti generati/ nel viaggio dei millenni/ dall’anima profonda della specie?

In principio era il verbo/ ossia la voce che legava le pecore al pastore./ Fu quando riconobbero il dolore/ che i belati divennero preghiere/ e le coscienze chiesero prodigi/ che guarissero i mali della sorte/ e gli incubi di morte.

Misericordia, il nome del pastore./ E la colpa fu sciolta dall’errore/ dal dolore la pena. /Finché in cielo si aprirono le porte/ e nel seno di Abramo perdonati/ gioirono i beati.

27 aprile 2014 (Domenica dei Papi Santi)