Emozioni ignare

Lande sperdute della mia memoria/

sui vostri passi non vorrei tornare/

ma rivedervi sì, come dal treno/

scorre un passato di emozioni ignare,/

 

respirare il futuro in cui speravo,/

ritrovare il piacere di lottare/

contro la schiavitù dell’obbedire/

con la vana illusione di ordinare/

 

un paesaggio in perpetua evoluzione/

che non afferro e non saprò fermare/

fin quando arriverò alla mia stazione.//

 

14 gennaio 2019

 

 

In attesa dell’alba

 

Guardo come con me

invecchiano le cose

avvolgersi sul mondo

il verme biondo delle novità,

che divorano insieme

passato ed avvenire

nell’incerto apparire

di nuova umanità.

Rivivo l’uomo antico

inquieto ad un tramonto,

trepido nell’attesa

dell’alba che verrà.

***17 maggio 2017