Dal cielo sopra l’Olanda (02′:10”)

Non capita spesso di volare in un cielo così limpido e sgombro di nuvole sopra le terre e le acque dei Paesi Bassi, sulla geometria policroma dei campi e dei canali alternata al mosaico dei tetti e delle strade. Magari ripensando il paesaggio disegnato dai pittori fiamminghi e domandandosi perché quelle file di pale eoliche paiono meno attraenti dei mulini a vento di quattro secoli fa.
Nel video, gli anti scenari dipinti si alternano come fantasmi a quelli inquadrati dal finestrino dell’aereo. Sono quadri bellissimi esposti al museo di Dordrecht in una originalissima mostra sui pesci nella pittura. Il commento musicale è tratto dall’Allegro della sonata n.2 op.5 di Arcangelo Corelli. Una mia breve poesia introduce e conclude la breve sequenza.

Perché poi immaginare/in cielo il paradiso/se non per consacrare/l’eredità del bello/che la vita ha lasciato?

 

Poesia di Delft

Così prezioso il sole in prima estate,

oro nell’acqua verde dei canali,

brusio di voci e battere di ali,

guizzi di biciclette molto usate.

Nel barocco educato delle piazze

ride la sobrietà del tempo antico

burbero e dolce come un padre amico,

ma seducente come le ragazze

che sorpassano in fretta il mio cammino

mentre il pensiero inutilmente resta

incantato al mistero di una testa

con un turbante azzurro e un orecchino.

1 giugno 2017