OM

 

Non so a qual dio ma grato sì alla vita
per gli sguardi donati alla bellezza
e le carezze a un’anima ferita
quando si arrende a quella dolce brezza
che placa le parole in un sospiro
e nel sorriso scioglie la tristezza.
A questa pace meditando miro
come tra il sole e l’ombra in primavera
e pioggia lieve a benedir la sera.

31 Dicembre 2019

Notturno

La notte,

che non conosce tempo

né memoria,

si allunga

nella febbre dei ricordi

di una dubbia certezza,

trascorsa invano

a fabbricare sogni

e felici illusioni.

Altro non c’è

che il misterioso dono

della bellezza.

30 marzo 2018