Due Novembre (videopoesia 00:56″)

Amore e bicicletta immortalati

sulla soglia di un parco

ma più vivo è quel ramo che si spoglia.

Resiste invano l’uomo al suo destino

di obbedienza al futuro,

né sa quale orizzonte è dietro il muro.

La vita gioca sempre con la morte

e nessuna guadagna la partita.

Così la foglia secca che si lava

alla pioggia d’autunno

cade nel fango a generare, ignara,

nuova esistenza.

2 novembre 2019

Come la foglia

foglie seccheResiste invano l’uomo al suo destino/

di obbedienza al futuro,/

né sa quale orizzonte è dietro al muro./

 

Come la foglia secca che si lava/

alla pioggia d’autunno/

cadrà nel fango a generare/

ignara/

nuove forme di vita.//

21 ottobre 2013