Babele in una stanza

Io non ascolto,/ lascio/ che il silenzio si opponga della mente/ al frastuono di voci/ che aggredisce l’udito/ e lo ferisce/ di parole sconnesse./ Babele in una stanza./ Io non ascolto,/ fingo/ Guardo i volti che ho intorno/ accennando un sorriso/ e poi saluto.   22 novembre 2013

Parole altre

Ma sono mie davvero le parole/ che ho regalato al mondo fino ad ora/ il mio nome confuso in mezzo a loro?/ Come la voce di chi canta in coro/ della musica d’altri si colora/ così la penna mia si presta a loro/ e scrive quello che pur’essa ignora./ 9 giugno 2013