Fresche vorrei le foglie

fresche vorrei le foglie

 

 

Fresche vorrei le foglie del giardino/

e che il sole sorrida dietro a loro/

con un tiepido raggio./

 

Ora il riposo/

plachi la rabbia del mio ventre acceso/

dal fuoco estivo/

e sia pace di me con la natura.

28 luglio 2015

Diogene cerca ancora

Diogene di SinopeCurvo sui libri il gran vecchio sen giva*/

meditando sul mondo alla deriva./

Al lume della storia universale/

si arrovellava sul bene e sul male./

Questo e quello fermava per la via/

interrogando di filosofia./

Risposte non aveva se non quella/

che “costa cara, ma la vita è bella”/.

Invano replicava che il sapere/

per l’uomo saggio è il massimo piacere,/

quella che lui considerava gioia/

per tutti gli altri non era che noia./

Meravigliato dell’altrui ignoranza/

tornò perplesso e solo in una stanza.

* dantesco

14 luglio 2015